Domenica 2 Ottobre, su Rai Movie, verrà trasmesso in seconda serata il film di Ken Loach “La parte degli angeli”. L’appuntamento è alle 23:20 sul canale 24 del digitale terrestre. Il titolo deriva dal processo di maturazione nel quale una parte del whisky evapora dai barili.

La commedia del britannico Ken Loach è uscita nel 2012 ed è stata presentata a Cannes dove ha vinto il premio della giuria. Il film parla di un gruppo di giovani ragazzi di Glasgow che per una serie di piccoli reati sono condannati a compiere lavori socialmente utili. Tra questi c’è Robbie(Paul Brannigan) che sta per diventare padre e vuole rimettersi in gioco per la sua famiglia. Harry(John Henshaw), l’assistente sociale del gruppo, ha un particolare interesse per la degustazione del whisky e scopre casualmente che Robbie ha una notevole sensibilità gustativa.

Quindi decide di coinvolgere il gruppo in una serie di degustazioni e introdurli nell’ambiente. Harry li accompagna con il suo furgoncino persino a Edinburgo. In questa occasione a Robbie e i suoi compagni viene in mente un “colpo” che potrebbe risolvere i loro problemi economici. Riescono a intrufolarsi a un evento nel quale avviene l’apertura di una botte contenente un whisky raffinatissimo. Durante la notte ne rubano alcuni litri travasandolo in delle bottiglie che rivendono a un collezionista. Verso il finale del film Robbie riesce a riappacificarsi con la moglie e la sua famiglia. Ken Loach si dimostra un acuto osservatore delle dinamiche sociali soprattutto delle classi più disagiate. Il regista analizza le difficoltà delle persone colpevoli di reato di rifarsi una nuova vita. Con grande abilità riesce a confezionare una commedia divertente che però fa riflettere.

Il film è stato girato interamente a Glasgow e Edinburgo nel 2011. La commedia riscosse un buon successo di critica e di pubblico candidandosi anche al Premio Magritte per la miglior coproduzione straniera. Infatti anche Francia, Belgio e Italia hanno partecipato alla sua realizzazione insieme alla Gran Bretagna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *